logotype
logotype
image1 image2 image3

Prossima Uscita: Sabato 9 Febbraio 2013

Prossima Uscita: 9 Febbraio 2013.
Luogo: Val Comelico - Malga Nemes e Malga Coltrondo

Iscrizione in sede entro Giovedì 7 Febbraio

Ritrovo presso il parcheggio di Piazza Mar del Plata alle ore 6.30.

Brevi informazioni sull’escursione:
Equipaggiamento: indumenti caldi ma non ingombranti; pedule, scarpe robuste o doposci.
Difficoltà: Escursionista;
Tempo di percorrenza A.R.: ore 4,30-5;
Dislivello: 400 m.

L’escursione si svolgerà con mezzi propri e solo con bel tempo. Pranzo in trattoria o al sacco.

Questa è una delle gite più famose della Val Pusteria e del Comelico, in Estate come in Inverno, presente in tutte le guide.

Si parte dal Passo Montecroce Comelico (m 1636) su una stradina, con neve sempre ben compattata (sia dalla Malga Nemes che dalla Malga Coltrondo parecchi scendono con lo slittino) e liberamente calpestabile, che sale il Col della Croce con un magnifico panorama sul Gruppo del Popera.

Superato il colle si esce dal bosco nel magnifico ampio pascolo dell’Alpe di Nemes, riparata a nord dalla Cresta di confine delle Alpi Carniche, che nel vicinissimo Monte Elmo hanno inizio, e caratterizzata verso est dalla piramide di origine vulcanica del Col Quaternà, la cui cima, nella Guerra 1915- 18, aveva un importante osservatorio blindato in caverna italiano.

La malga è già visibile e la raggiungiamo in breve tempo; ore 1,30- 2. L’affollamento sarà sicuramente notevole per cui, dopo un ultimo sguardo al panorama, del quale comunque godremo durante tutto il tragitto, ci incamminiamo verso Malga Coltrondo, decisamente meno affollata.

Scendiamo brevemente verso est ad attraversare il Torrente Padola, che qui nasce, e risaliamo dolcemente un colle che ci nasconde la vicina malga, dove chi lo vorrà potrà rifocillarci con qualche buon piatto tirolese o comelicese ( bastano anche solamente le pennette allo speck, panna e funghi, che ricordo in porzioni molto abbondanti!); con una bella giornata di sole ed in assenza di vento è piacevole anche pranzare al sacco. Ore 0,45-1 da Malga Nemes.

Il ritorno lo effettuiamo per un altro itinerario, sempre ben battuto, che con leggeri saliscendi aggira il Colle della Croce fino ad incontrare la strada dell’andata, che scende al Passo Montecroce più ripidamente; ore
2.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna