logotype
logotype
image1 image2 image3

Prossima Uscita: Sabato 06 Aprile

Prossima Uscita: 6 Aprile 2013.
Luogo: Uscita sui Colli Trevigiani, da Soligo a Col San Martino

Iscrizione in sede entro Giovedì 4 Aprile

Ritrovo presso il parcheggio di Piazza Mar del Plata alle ore 8.00.

Brevi informazioni sull’escursione:
Equipaggiamento: dato l'andamento del clima, adatto a tutte le evenienze;calzature tipo pedula, anche bassa.
Difficoltà: Escursionista;
Tempo di percorrenza A.R.: ore 3,30;
Dislivello: 542 m.

L’escursione si svolgerà con mezzi propri e solo con bel tempo. Pranzo al sacco.

Un altro cambiamento di programma! Questa volta dettato dal desiderio di non perdere questa bella gita sui colli trevigiani, annullata a Febbraio, che completa l’escursione già effettuata in passato ( da Guia a Vidor) sulla catena collinare pedemontana, che parte da Vittorio Veneto e termina a Vidor.

Faremo il tratto orientale del “sentiero delle vedette”, quelle postazioni approntate dall’Esercito Austroungarico sulla linea dei colli in funzione della battaglia del Piave e del Grappa. Dalla Chiesa di Soligo saliamo al caratteristico borghetto di Collagù, col bel Santuario, dirigendoci poi verso il primo dei colli che ci accingiamo a supererare, in ordine: Col Maor (m 438), Col Baldacchin (m 369), Monte Pertegar (m 484), il Roccolo (m 474), Monte Moncader (m 468). Con un panoramico itinerario, aperto ai colli circostanti, alle Torri di Credazzo e ai meravigliosi terrazzamenti dei vigneti sottostanti, arriveremo quindi a Col San Martino, dove avremo preventivamente portato un’auto. Volendo allungare un po’ il tragitto, ma con un ulteriore dislivello di circa 350 metri, si può salire anche al Col Moliana (m 445), riunendoci così anche fisicamente all’escursione dello scorso anno.

Prossima Uscita: Sabato 23 Marzo

Prossima Uscita: 23 Marzo 2013.
Luogo: Escursione presso Oasi Naturalistica di Valle Canavata

Iscrizione in sede entro Giovedì 21 Marzo

Ritrovo presso il parcheggio di Piazza Mar del Plata alle ore 7.00.

Pranzo in trattoria o al sacco.

Per questa uscita ci spostiamo in riva al mare, siamo alla fine di Marzo e il clima dovrebbe essere quello giusto!
Vicino a Grado Pineta, al di là del Canale Primero, c’è l’oasi di Valle Cavanata, 327 ettari di barena e di bosco.
Dal parcheggio del centro visite noi percorreremo il lato est della riserva e, una volta arrivati al mare percorreremo una sterrata ciclabile lungo la costa fino a Punta Sdobba, alla foce dell’Isonzo.
Il ritorno, per evitare di percorrere strade asfaltate lo effettueremo per il medesimo percorso.
Il pranzo, visto il periodo e l’ambiente, sarà al sacco.

Prossima Uscita: Sabato 16 Marzo

Prossima Uscita: 16 Marzo 2013.
Luogo: Escursione per le contrade attorno a Torri Del Benaco

Iscrizione in sede entro Giovedì 14 Marzo

Ritrovo presso il parcheggio di Piazza Mar del Plata alle ore 7.00.

Brevi informazioni sull’escursione:
Equipaggiamento: indumenti caldi ma non ingombranti; pedule, scarpe robuste o doposci.
Difficoltà: Escursionista;
Tempo di percorrenza A.R.: ore 4,30-5;
Dislivello: 300 m.

L’escursione si svolgerà con mezzi propri e solo con bel tempo. Pranzo in trattoria o al sacco.

Dopo aver parcheggiato nei pressi di Punta Tenai raggiungiamo il sentiero n°41, contrassegnato dai segnavia bianco-rossi del Cai, e lo seguiamo verso Nord fino a sbucare nella strada che congiunge Torri del Benaco a Loncrino, al quale saliamo. E’ un borgo meraviglioso, ricco di vestigia medioevali, come pure Valmagra, che raggiungiamo poco dopo, e Albisano, con la sua Parrocchiale, dalla quale si ha una splendida veduta del Lago di Garda. Ritorniamo allo sbocco del sentiero 41 che ora seguiamo verso nord, arrivando al Romitaggio di S.Antonio di origine medioevale, e, prose guendo tra gli ulivi, all’antico borgo fortificato di Coi. La passeggiata prosegue tra gli ulivi visitando le piccole contrade di Anze e Fornare e notando tra la vegetazione cespugli di Scotano che, almeno fino al 1800, venivano usati per la concia e tintura delle pelli.
Nel tratto seguente del percorso, salendo in un bosco, troveremo delle incisioni in una grande roccia, di fattura moderna, ed altre più piccole in seguito.
Arriviamo quindi a Crero, anch’esso un antico borgo, con una Chiesetta del 1713 e con una bella visione del Lago e di alcune contrade di San Zeno di montagna.
Il ritorno avviene per un itinerario diverso ma parallelo a quello dell’andata.

Prossima Uscita: Sabato 20 Aprile

Prossima Uscita: 20 Aprile 2013.
Luogo: Boal Santo e Cascate del Salton (Lamon)

Iscrizione in sede entro Giovedì 18 Aprile

Ritrovo presso il parcheggio di Piazza Mar del Plata alle ore 7.00.

Brevi informazioni sull’escursione:
Difficoltà: Escursionista; Giro ad anello di 12km.
Tempo di percorrenza A.R.: ore 6,30;
Dislivello: 400 m.

L’escursione si svolgerà con mezzi propri e solo con bel tempo. Pranzo al sacco.

Con questa escursione percorreremo quel tratto del Torrente Senaiga ristretto a forra e detto “Boal Santo”, con la possibilità di visitare delle grotte caratteristiche e di ammirare la cascata del salton, un salto d’acqua di 30 metri.

Si parcheggia lungo la strada che porta da Lamon a Castel Tesino, in località Ponte Aron, dove la strada attraversa il torrente Senaiga (m 450 c.). Si scende nel torrente presso le case di La Val e lo si costeggia fino ad entrare nel Boal Santo, oltre un vecchio mulino. In un caratteristico ambiente di forra percorriamo tutto il “canyon”, attraversando anche due passerelle di corda, e arriviamo al cospetto della magnifica cascata del Salton.

Risaliti al borgo di Crosere ritorniamo alle auto percorrendo un tratto di quella che si ipotizza fosse la via romana Claudia Augusta Altinate, come descritto da un tabellone informativo.

Prossima Uscita: Sabato 23 Febbraio 2013

ATTENZIONE: L'uscita ai colli trevigiani è stata cancellata per far far posto a questa uscita

Prossima Uscita: 23 Febbraio 2013.
Luogo: Malga Federa - Sotto la Croda da Lago, Cortina

Iscrizione in sede entro Giovedì 21 Febbraio

Ritrovo presso il parcheggio di Piazza Mar del Plata alle ore 7.00.

Brevi informazioni sull’escursione:
Equipaggiamento: indumenti caldi ma non ingombranti; pedule, scarpe robuste o doposci.
Difficoltà: Escursionista;
Tempo di percorrenza A.R.: ore 3 salita, ore 2,15 discesa;
Dislivello: 700 m.

L’escursione si svolgerà con mezzi propri e solo con bel tempo. Pranzo in trattoria o al sacco.

Prima del centro di Cortina si scende con l’auto verso i campeggi di Zuel e si raggiunge la località di Campo di sotto, m 1127, dove si parcheggia.
Si prende la larga pista con segnavia 430 e 432 e indicazioni per il Lago Pianoze, che però si tralascia, poco dopo, a sinistra, come pure, ad un secondo bivio appena oltre, la deviazione per il lago d’Aial, proseguendo per il segnavia 432.
Salendo sempre comodamente, con pochi strappi, si supera la sorgente detta dell’”Aga benedeta” e si continua lungo la Val Federa, riempiendosi sempre più gli occhi del meraviglioso panorama che aumenta la sua vastità man mano che si prende quota.
Oltrepassato il Ponte Federa, sul Rio omonimo, m 1603, si esce sui vasti pascoli della Malga Federa, m 1816, meta della nostra escursione, aperta come agriturismo anche nella stagione invernale per chi volesse approfittarne per qualcosa di caldo.
Coloro che fossero ancora in forma potrebbero raggiungere, senza indugi per non condizionare troppo i tempi dell’escursione, lo storico Rifugio Palmieri, m 2046, un chilometro più a monte.
Il ritorno avviene per la via dell’andata perché è l’unico tracciato sicuramente battuto della zona.